CIRCOLO CULTURALE

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

 

 

San Salvatore (oggi San Bartolomeo apostolo), Badia di Cantignano

 

.

La chiesa di San Salvatore faceva parte dell'omonima abbazia, ricordata per la prima volta in un documento del 914. L'edificio attuale del XVIII secolo e sostituisce quello del sec. XII  che a sua volta ha preso il posto di quello del sec.VII-VIII.

La facciata

Nel XVIII sec. la chiesa venne accorciata e fu demolita la facciata preesistente.

Nel 1965, durante il restauro dell'abside, ci furono importanti scoperte archeologiche. Sembra infatti che vi fossero delle terme romane.

 

Palazzo detto delle "cento finestre"

Il campanile

 

Il campanile del 1896 e il portico della fine degli anni sessanta. Nell'Estimo del 1260 viene citato il monastero: "Monasterium S.Salvatoris de Cantignano".

Della vecchia chiesa sono rimasti elementi altomedioevali  nella parte bassa del muro dell'abside e del transetto destro; inoltre presente un affresco del periodo longobardo (sec.VII-VIII). Tra gli arredi interni  presente un' affresco del XI sec. e un Trittico del 1520 attribuito ad Agostino Marti che rappresenta la Vergine con Bambino, S. Bartolomeo e S. Martino. L'organo del 1876.

Accanto alla chiesa si trova l'antico "Palazzo delle Cento Finestre" che fu sede prima delle Benedettine (IX sec.) e poi, per ordine di vescovo Rangerio, dei Camaldolesi

( XII sec.)

Busto collocato su un lato del campanile

in  onore di Carlo Piaggia

Particolare del portale del transetto sinistro.(resti di mosaico romano?)