CIRCOLO CULTURALE

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

 

Pieve di S.Lorenzo, Segromigno in Monte

Plebs S: Laurentii de Sugrominio (a.(872)

Le prime notizie sulla chiesa di Segromigno in Monte risalgono all’anno 823, quando era dipendente dalla Pieve di Lunata. Tra gli anni 854 e 872 venne elevata al rango di Pieve e quindi non rientra nelle 28 pievi fatte costruire, secondo la tradizione, da San Frediano (568 - 588).

Nel XIII° secolo la Pieve di San Lorenzo comprendeva le chiese di: Gragnano, Camigliano, S.Andrea in Caprile, S.Pietro a Marcigliano, S.Quirico a Petrojo,Valgiano e San Colombano.

Nel territorio della Pieve furono presenti anche alcune chiese ospedaliere e spedali : S.Antonio (Camigliano) S.Concordio (Rimortoli, S.Colombano), S.Bartolomeo (Monte Gromigno), S.Bartolomeo (Segromigno).

Durante il XII° secolo furono  riedificati il campanile e la chiesa. Nel sec. XV° venne costruito il transetto e il coro. Tra il XVI e il XVII secolo furono  sostituite delle finestre medievali sui lati esterni dei transetti.

Nel XVIII secolo vennero edificate le due cappelle laterali, fu  ricostruita l'abside e  venne innalzato il campanile (alto ben 36 metri). Agli inizi del XIX° secolo viene sostituito  il vecchio pulpito ligneo con uno marmoreo. Sempre nel sec.XIX° venne abbattuto un antiestetico locale addossato nel lato settentrionale e successivamente anche un vecchio porticato cinquecentesco, che ricordo come luogo in cui ho passato momenti della mia infanzia.

La chiesa è a tre navate con pianta a croce latina. Una delle dodici colonne che dividono le navate è romana e, secondo una tradizione locale, venne trafugata dall'anfiteatro di Lucca.

Il Tabernacolo marmoreo è  opera di Bartolomeo (Baccio) di Giovanni da Montelupo (1519), gli affreschi sono invece di Luigi Ademollo e il pulpito in marmo è del XVII secolo. L'organo è del 1773.

Nel muro della canonica è presente un pezzo di un vecchio ambone (sec.XIII)

Lo Spedale S. Bartolomeo di Segromigno è menzionato in un elenco del 18/05/1520  di Spedali uniti a quello di San Luca della Misericordia e non aveva nessun Patronato. (A.S.Lu Spedale S.Luca,5).

A Segromigno erano presenti almeno tre Compagnie: della SS.Annunziata, del SS.sacramento, del SS.Rosario e delle Anime Sante del Purgatorio.

Raccolta   foto

 

 

Nella foto sopra: decorazione floreale

 

Nella foto a fianco: La struttura del campanile è separata da quella della chiesa e la monofora è stata ricostruita o più probabilmente aperta in un periodo successivo alla costruzione

 

 

 

 

 

 

Segromigno deve il suo toponimo al fatto di trovarsi sotto il Monte Gromigno. In passato si chiamava infatti Sub-gruminio come si rileva da un documento del 757.

 

Il Santo

San Lorenzo, diacono e martire, morì il 10 agosto del 258. Lorenzo viene raffigurato in genere mentre muore sulla graticola o mentre indossa la borsa contenente il tesoro della Chiesa. Alcuni studiosi ritengono che Lorenzo morì forse decapitato e non sulla graticola.

Bibliografia