CIRCOLO CULTURALE

 

 

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

Torna a Home Page                                    

pagina in costruzione

 

"Spedali" di Capannori

a cura di piero Tambellini

 

Premessa

Gli "spedali" erano edifici adibiti a centro di accoglienza, potevano offrire servizi di ristoro, di riposo e anche di cure mediche. Alcuni erano riservati esclusivamente ai malati come quello di Capannori a "Cotenni" e "la casa de' malati di Lucca" che, credo non si identificasse con lo Spedale di Rughi (Porcari).

In genere si trovavano lungo le direttrici principali di traffico, a cominciare dalla via Francigena che passando da Lucca e Altopascio attraversava il territorio di Capannori. Gli spedali erano fondati da privati , da ordini religiosi o da entrambi, mediante l'istituto del Patronato .

In questa pagina non vengono presi in esame tutti gli edifici, ma solo quelli documentati dopo l'anno 1000 nelle otto Pievi storiche di Capannori.

Nota: le scritte di color blu sono link che rimandano ad altre pagine, mentre quelle in rosso ai segnalibri posti in fondo alla pagina

 

Pieve di Marlia

Non sono a conoscenza di Spedali presenti nella Pieve.

 

Pieve di Segromigno

Spedale di Rimortoli a San Colombano fondato nel 1122.

Spedale di Sant'Antonio a Camigliano fondato da Luigi Boccella tra il 1330 e il 1349.

Spedale di San Bartolomeo a Segromigno.

Spedale di San Bartolomeo in Pizzorna (Comune di Villa Basilica)

Spedale di San Pietro a Gragnano

 

"Casa dei malati di Lucca" o di Ruchi ( da accertare se fosse ubicato nella Pieve o nel Comune di Porcari)

 

Pieve di San Gennaro

Spedale San Nicolao Viene fondato nel 1348 in una casa.

Spedale S.Croce   Viene fondato nel 1348 in localitÓ "Fontana"

 

Pieve di Lunata

Spedale di San Matteo e Pellegrino a Lunata fondato nel 1151.

Spedale di San Lorenzo in via Romana a Capannori  fondato da Dino di Inghirrame con un atto del 21 Marzo 1406. Lo Spedale aveva il Patronato della Compagnia di S.Lorenzo. Nel 1778 venne chiuso. (AsLu)

 

Pieve di Lammari

Spedale di Santa Maria fondato dal pievano Ubaldo nel sec.XIII░ e dedicato a S.Maria, sotto la direzione della Compagnia della Croce di Lucca. Intorno al 1450 lo spedale risulta essere distrutto. Nel 1301venne nominato rettore Vito o Bonavita di Buonaccursi, nel 1399 Regolino Fannacchi di Segromigno, nel 1404  Tomeo di Piero, 1451 Jacopo di Francesco di Verona..(ASLu). Nel 1320 era rettore Contruccio Nicolai, nel 1343 Ser Matteo Sacchi.

 

Pieve di San Paolo

Non sono a conoscenza di Spedali presenti nella Pieve.

 

Pieve di Vorno

Spedale SS.TrinitÓ a Coselli

Spedale San Michele in Vergalloro a Verciano

"Monastero S.Michele di Guamo". Una parte del convento venne adibita a lazzaretto nel 1630 e poi distrutta.

 

Pieve di Compito

Spedale di San Leonardo in Treponzio

 

 

 

 

 San Bartolomeo

Lo Spedale San Bartolomeo Ŕ stato fondato nel 1152 ed Ŕ rimasto attivo per circa 7 secoli.

Si trovava a settentrione di una via pubblica che lo separava dal cimitero (in seguito piazzale) della Pieve di Segromigno e ad est del torrente Sana.

L'edificio, tuttora esistente, presenta nel lato meridionale una lapide con lo stemma dei Bertini di Gallicano. In alto si trova la scritta " UT VIVAM " "MCCCCLXXXII" (1482) e pi¨ in basso un gallo che becca il panýco. Nel 1480 venne infatti nominato rettore Domenico Bertini.

 

"Casa dei malati di Lucca"

Nel 1267  i monaci benedettini del monastero di Guamo "affittano in perpetuo" la metÓ del terreno, circa una coltre, (460 pertiche quadrate circa 4.000mq.) su cui si trovava lo spedale. Lo Spedale si trovava in Campo di Ruchi tra la strada Francesca e la Pistoiese (ASLu Nov.1224) in localitÓ Macario "Machari" (ASLu Set.1267). Nei pressi dello spedale scorreva il rio Thana o Sana. Consultando il catasto guinigiano del XV░ secolo si nota che il "Territorio di Campo di Ruchi" non faceva parte di nessun Comune e che era sotto la giurisdizione della Pieve di Segromigno.

 

Spedale di San Matteo e Pellegrino

 

Nel libro "Corografia fisica,storica e statistica dell'italia..." di Attilio Zuccagni-Orlandini, del 1845, si legge che vi era nell'anno 812 un tempietto dedicato a San Martino, che fu poi trasformato in Ospizio per Pellegrini.

Tra i documenti relativi allo spedale c'Ŕ un' inventario del 1233. Lo Spedale, sotto il Patronato di molti cittadini e del Priore di S. Frediano, figura in un elenco del 18/05/1520 di Spedali annessi a quello di San Luca..

Lo Spedale fu soppresso nel 1776.