CIRCOLO CULTURALE

ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE

Chiesa di San Quirico in Petroio
 

La piccola chiesa di San Quirico in Petroio, raro esempio di archittettura arcaica lucchese, si trova lungo la strada che da Segromigno in Monte va in Pizzorna, immediatamente dopo il bivio che porta a San Pietro a Marcigliano e a Valgiano.( in vecchie mappe la via S.Quirico in Petrolio passava di fianco al campanile). In un documento del XVI° secolo si trova scritto: "Comune di S.quilico e valgiano".

La chiesa si trova in posizione panoramica, su una collina coltivata ad uliveti e vigneti.

Il documento più antico che cita la chiesa è una pergamena del 847 (Ecclesia S. Quirici prope Sugrominio) e il nome del santo a cui è dedicata la chiesa è stato uno dei preferiti dai longobardi convertiti al cristianesimo, presenti a Lucca dal 570.

La chiesa è menzionata anche nell'Estimo del 1260: "Ecclesia s.Quirici de Petrojo".

Il termine "Petroio" deriva probabilmente dall'etrusco o dal latino (Praetorium - dimora del pretore o villa di campagna).

L'edificio ha avuto, nel tempo ,alcune modifiche; della parte originaria è rimasta la facciata, l'abside e parte della fiancata nord. E' a navata unica con abside e soffitto a capriate. Il campanile dovrebbe essere più antico della chiesetta e si accede ad esso dall'interno della stessa.

 

 

Il muro rivolto verso sud presenta a prima vista tre diverse tonalità di colore. La parte più bassa è probabilmente parte delle fondamenta venute alla luce per un' abbassamento del terreno, quella più alta è invece quella ricostruita dopo la prima guerra mondiale. Da notare che le pietre della parte superiore non sono allineate come quelle sottostanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Particolari della facciata

 

Interno della chiesa addobbato in occasione della mostra del presepe.

 

 

 

Nel lato nord si nota una piccola porta tamponata.

 

Abside

 

 

 Particolari dell'abside

 

 

 

         

 

 

Bibliografia